Il Luccio in Salsa , l’Oracolo e le lacrime di Manto

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


Ammirare l’inconfondibile profilo architettonico della citta di Mantova  dal lago 
Superiore 

navigando tra i fiori di loto,

remare nel labirinto di canali delle “valli del Mincio”

guardando i falchi di palude giocare nel cielo,

gli aironi che amoreggiano tra le canne

ed i cigni che mostrano orgogliosi la loro prole

è una “passeggiata”che vi consiglio di fare almeno una volta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mantova

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dal comodissimo scivolo nei giardini dei martiri di Belfiore  (A)
(Parcheggio, Bar-ristoro con servizi igenici,parco secolare ,zona pic-nic ,barbecue tollerato)

  Coordinate geografiche : (GMS)  Lat   :  45°09’25,49″ N -Long:  10°46’34,50″ E  –   (GD) : 45,1569444 / 10,7761111)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

costeggiando la “diga dei mulini”, o, attraversando “l’isola del loto” raggiungiamo la sponda nord del Lago Superiore  (B) passando per il “collo”(tratto B-C) entriamo nella “riserva naturale delle valli del Mincio”   http://www.parcodelmincio.it/index.php

Navighiamo tenendo sempre la sponda a destra , attraversiamo ampi specchi d’acqua ,  (dove nuotano indisturbati : cigni, folaghe,svassi,germani ed altri uccelli acquatici) che si trasformano in un ampio canale (tratto D-E -fossa gianesi-) dove l’acqua scorre lenta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA
Costeggiando rive coperte da cariceti, canne  ed altre piante palustri, raggiungiamo dopo circa 7 km il ramo principale del Mincio (E) ,  facendo attenzione a non farci trascinare dalla corrente contro la sponda , ci immettiamo e risaliamo fino a Rivalta (2km) (F) nel cuore della riserva ,

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
dopo i lavatoi e la “corte Mincio”, si può continuare a risalire la corrente , che in alcuni punti si fà più forte, fino alla corte Molinassa, dove inizia la riserva ,
oppure ci si può fermare per una sosta al “centro parco rivalta”(F) dove , vicino al centro canoe possiamo trovare un bar, i servizi igienici e nelle  trattorie del paese ,si possono assaggiare alcune delle eccellenze culinarie  tipiche della zona : il risotto con i “saltarèi” , il luccio in salsa  servito tiepido con polenta abbrustolita e la torta sbrisolona 
Tra la corte Molinassa e Rivalta  il fiume comincia a dividersi in più rami formando un’ampia zona valliva  fitta  di  fossati scavati anticamente per permettere ai barcaioli il trasporto  della canna palustre .

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Solitamente noi ritorniamo subito indietro, verso Mantova, evitando di addentrarci nella “valle bertavello” ma,scendendo a favore di corrente fino al bivio con il percorso dell’andata segnalato da un grosso pioppo(E), dove,

inventandoci un percorso nell’intreccio di canali che si snodano tra i canneti ,

raggiungiamo il  Santuario della Madonna Assunta alle Grazie (km 12,5) (H) (zona pic-nic, servizi igienici e ristoranti )

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Raggiunto il santuario proseguiamo la nostra lenta navigazione verso Mantova in piccoli canali, attraversando “chiari”,  vecchi giochi di caccia,ed ampi specchi d’acqua

Quando usciamo dai canneti  (in prossimità del punto L ) scorgiamo davanti a noi Borgo Angeli, ed in lontananza l’inconfondibile sagoma della cupola di S.Andrea, siamo   in località ” 4 Venti”,

ancora una mezzoretta  di navigazione e saremo arrivati.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Molto più facilmente , da Rivalta (F) , seguendo il corso principale del fiume ( dove la corrente è più veloce) ancora per un paio di chilometri dopo il bivio(E)   è possibile raggiungere il Santuario girando a destra   alla biforcazione (I) seguendo il “mincino”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA
raggiunto il Santuario (H) , seguite il canale “cherchie”(tratto H-L) alla vostra sinistra e , tenendo sempre la sponda sulla destra in poco più di un ora sarete a Mantova (km 19 in totale – 3ore abbondanti di navigazione)

E’ possibile raggiungere il santuario anche attraverso il “pas dal port” (tratto G-H) ma, questo canale è spesso interrato e pieno di vegetazione .

Partecipando alla manifestazione “il Mincio in canoa” (tutti gli anni  a metà giugno) è possibile fare in piena sicurezza e senza fatica la discesa dell’alto Mincio,da Pozzolo,

 dove l’acqua trasparente scivola veloce sul letto ghiaioso ,ed il fiume, senza più argini visibili dal kayak, scorre serpeggiando, tra prati coltivati, boschi e rive coperte di arbusti, 

a Rivalta, dove  le rive selvagge  lasciano il posto ad isole ricoperte di canna palustre ed al carice .

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

     

 

 Dopo il pranzo che conclude la manifestazione , nel primo pomeriggio è possibile proseguiere  ( in autonomia ) per Mantova passando per “le Grazie” e Borgo Angeli( meno di 30km )  una “passeggiata”!


OLYMPUS DIGITAL CAMERA


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Tutti sanno che i laghi  che abbracciano Mantova  sono stati  generati dalle lacrime di Manto,

non  tutti però conoscono il segreto  che i vecchi barcaioli di Rivalta custodiscono da generazioni,
tramandolo al figlio primogenito solo sul letto di morte ,
pare  che ogni anno ,

queste magiche acque, conferiscano capacità divinatorie al primo pescatore che cadendo dalla barca (o dal kayak) ci finisce dentro.
Lo scorso anno l’Oracolo, sfidando le leggi, si è manifestato nei primi giorni di luna nuova ,
quest’anno non ho ancora avuto notizie!

Ho avuto però notizie che la provincia di Mantova , su richiesta di varie associazioni , ha abolito il divieto di pesca che vigeva in questo tratto di fiume nei primi sei mesi dell’anno.
questa è la delibera con la quale è stato modificato il comma 3 dell’art 6 del “regolamento relativo le modalità di esercizio della pesca………”

http://www.fipsasmantova.it/upload/file … 3_2013.pdf

e questo è il testo del regolamento (purtroppo non ancora coordinato)

http://www.fipsasmantova.it/upload/file … antova.pdf

fate attenzione al comma 6 dell’art 6 che vieta l’uso dell’eco

OLYMPUS DIGITAL CAMERAalcune cose sono variate da quando ho scritto questo “articolo” , puoi vederle quì :

https://oldanglerskt.wordpress.com/2015/03/15/una-giornata-sorprendente/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...