A pesca con gli Dei… la sacerdotessa Manto,Ercole e la “Rossa” di Tropea

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ci sono luoghi che mi sono entrati nel cuore e non ne sono più usciti; uno di questi è Capo Vaticano.

Scrivere della “Costa degli Dei ” mi fà ripensare

a falesie a strapiombo su un mare che contiene tutte le tonalità di azzurro,

a stupende spiaggie bianche circondate da vegetazione selvaggia

a calette sabbiose incastonate come perle tra le roccie della scogliera

al santuario benedettino di “S.Maria dell’Isola”

ai palazzi barocchi che si affacciano sul labirinto di vicoli del centro storico di Tropea

ai barracuda, alle zuppe di pesce ed ai fritti di surici e tracine 

alla ‘nduja , alla “rossa” di Tropea (cipolla)

ed ai tuffi giornalieri del sole nel mare di Sromboli che si trasformavano in indimenticabili tramonti di inizio estate.

Se andrete in vacanza in questo tratto di costa , vi consiglio ,di ritagliarvi alcune ore, o meglio  una giornata,  per dedicarla  alla pesca in kayak nel tratto  compreso tra la spiaggia di Tropea e la pescosa scogliera di Coccorino

. Una trentina di chilometri in  tutto,( tra andata e ritorno),che richiederanno un’intera giornata di navigazione;

Se seguirete il mio consiglio, pagaierete ai piedi di una costa suggestiva,dal fascino selvaggio che, sono sicuro,saprà ripagarvi della fatica regalandovi emozioni e ricordi che rimarranno indelebili  nella memoria.

Se siete ospiti di una delle strutture situate lungo questo tratto di costa  partite pure dal vostro residence, altrimenti  seguite questo itinerario che prevede la partenza da Tropea.

013

.

Scaricate i kayak e l’attrezzatura in spiaggia , ( oltre all’attrezzatura da pesca , portatevi maschera, pinne ed una macchina fotografica)   ,

e lasciate l’auto nell’ampio parcheggio a pagamento ai piedi della scalinata che conduce al santuario benedettino di Santa Maria dell’Isola

Partendo dalla spiaggia del Mare Piccolo (km 0,00)  ,costeggiando le pareti dell’isola  Bella raggiungete la grotta dell’amore e visitatela

fatto questo

allontanatevi di qualche centinaio di metri dalla costa e dirigendovi verso sud (fondo sabbioso con profondità di 5-6mt , TRACINE e PESCI  LUCERTOLA )

guardando a riva vedrete i palazzi arroccati sulla rupe di Tropea,  e la chiesa di S.Maria

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Dal  mare cristallino emergono scogli di varie fattezze e dimensioni  che rendono  la navigazione in questo tratto di costa particolarmente suggestivo dopo la spiaggia del passo dei Cavalieri e la grotta dello Scheletro (chiamata così perchè la luce che entra nella grotta rende i corpi dei bagnanti spettrali)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

giungerete alla Baia di Riaci (km 3,00) dove gli scogli che emergono a pochi metri dalla riva sono traforati da grotte ed anfratti percorribili in kayak,

OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“attraversate” lo scoglio  e proseguite paralleli alla costa per circa un chilometro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

poi…,vi consiglio di fare una nuotata,  in questo punto l’acqua è così trasparente che vi sembrerà di  volare

Risaliti in kayak proseguite “volando” su questo fondale misto di scogli e posidonia fino a raggiungere gli scogli di Formicoli,  (km 5,40) che sono la parte emersa di una secca il cui cappello si trova a -17mt (CERNIE e PESCI di SCOGLIO)       OLYMPUS DIGITAL CAMERA  

Formicoli ,l’antico porto ercole (forum herculis)  è il luogo dove, secondo Plinio , Ercole di ritorno dalla Spagna costruì un porto, le cui mura, dicono, siano ancora visibili in pochi metri d’acqua a 200 metri dalla riva. 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

.

Dall’ alta scogliera di tufo  si tuffano in acqua alcuni piccoli  corsi d’acqua formando delle caratteristiche cascatelle circondate da vegetazione lussureggiante

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Dopo Torre Marino dirigetevi verso gli scogli di Torre Ruffa (km 7,61) , da quì raggiungete lo Scoglio Vadaro (Franata su fondo sabbioso a -20 mt  – OCCHIATE, CERNIE e RICCIOLE), navigando paralleli alla costa e fino a Capo Vaticano passerete sulla secca del Tono(km 9,33)   (fondo roccioso da  -12 a -25  coord: 38°37’50″N-15°49’24″E – CERNIE e RICCIOLE) OLYMPUS DIGITAL CAMERA Capo Vaticano (km10,38) è una rocca  di granito ed arenaria bianca battuto dai venti e dal mare con alcune calette sabbiose ritagliate tra gli speroni di roccia . Situata proprio sotto il   faro (costruito dalla Marina Militare nel 1870) troviamo la famosissima praia ‘i fucu “ dove ovviamente sbarcherete per un bagno. OLYMPUS DIGITAL CAMERA Di fronte alla spiaggia poco distante da riva  si trova lo scoglio Mantineo (km10,83)(scogli sommersi su fondo sabbioso a -15 mt , BARRACUDA ) 

Se siete con amici raccontate loro che su questo scoglio la sacerdotessa Manto prediceva il futuro ai naviganti che la interrogavano prima di avventurarsi tra i vortici di Scilla e Cariddi,

 e che il nome del capo  deriva proprio da questa leggenda:

Mantineo ha origine  dal greco mantueo che significa: dò responsi comunicando la volontà divina (oracolo).

ed il termine Vaticano deriva del latino vaticinum che significa,  appunto ,oracolo ,

se gli amici sono mantovani,  raccontate anche che Manto ,  sacerdotessa di Apollo  e, come abbiamo prima scoperto , oracolo di capo vaticano, oltre ad aver dato origine al nome del capo, ha originato anche il nome di Mantova, chiamata Mantua da suo figlio Ocno ( che secondo Virgilio ne è stato il leggendario fondatore e primo re)  in onore della madre

Ripresa la navigazione troverete subito una caratteristica grotta  che collega il mare con la retrostante scogliera  , OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA doppiato il capo sarete a Grotticelle (km11,50) con le sue tre spiaggie contigue  separate da gruppi di scogli affioranti, poco più al largo , di fronte a questi scogli  si trova la secca del Monaco  “u smaledittu”,(una scogliera sottomarina a -38mt coord: 38°36’40″N/15°50’05″E –  CERNIE ). OLYMPUS DIGITAL CAMERA Restando abbastanza lontani dalla bellissima spiaggia di Santa Maria proseguite  in direzione degli scogli della Galea  (km 13,60)   (scogli in parte affioranti che poggiano su un fondale sabbioso – 12mt – OCCHIATE  ) poco più avanti raggiungerete l’abitato di Donna Cà  e  le  spiaggie di Porticello e le Saline( km14,10) dove un comodo parcheggio con l’accesso al mare può permettervi  eventualmente di  farvi recuperare dai vostri compagni di vacanza (dimezzando così i tempi di percorrenza), OLYMPUS DIGITAL CAMERA in questo caso vi consiglio di cucinare il pesce appena pescato e di mangiarlo  in spiaggia, ( se non avete pescato, pazienza , mangierete al ristorante) dopo pranzo, riposatevi,  aspettando il momento godervi uno spettacolare  tramonto al belvedere del Faro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Oppure potete proseguire ancora un pò fino alla spiaggia di Turillo(km16,00)  per poi ritornare sulla stessa via invertendo la rotta, facendo però  attenzione al mare di maestrale che nei pomeriggi estivi batte la costa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho fatto alcune volte il percorso che vi ho descritto, ma solitamente  quando veniamo da queste parti affittiamo una casetta sul mare vicino a Torre Ruffa  , in una posizione molto comoda circa a metà del percorso che vi ho proposto , usciamo molto presto al mattino , peschiamo,  il pesce lo mangiamo a casa , guardando  il tramonto comodamente  seduti sotto il porticato,……. ……qualche “raffinato” dirà che  non è  vero trekking , .. sicuramente ha ragione ,……però è molto comodo e noi siamo in vacanza ! ciao a tutti e…….. alla prossima

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...